13 set 2015

part-2 / Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2015 dal 16 al 22 settembre

(Part-2) 
Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2015

dal 16 al 22 settembre 

Seconda parte di consigli di lettura,
sempre restando in tema di biciclette:

  • Coppi, Bartali, Carollo e Malabrocca di Benito Mazzi - in questo libro si parla dei perdenti, ovvero della "maglia nera" indumento da fare indossare all'atleta più lento. Si confrontano le imprese delle maglie nere in parallelo con gli eroici vincitori di allora: Coppi, Bartali. E' la storia di colui che trascinò nella leggenda l'espressione "maglia nera": Luigi Malabrocca, corridore tortonese, classe 1920: ultimo nel Giro d'Italia 1946 a 4 ore 9' 34'' dal vincitore Bartali, ultimo nel 1947 a 5 ore 52' 50'' da Coppi, penultimo nel 1949 a 7 ore 47'26''0 da Coppi e "battuto" solo da Carollo arrivato a 9 ore 57'07''

  • Il dio della bicicletta di Marco Ballestracci - "La bicicletta ha un dio per conto suo", un soggetto particolare che si diverte a ispirare imprese folli, trasformare gregari in campioni o ridurre assi delle tappe a pedalare con la morte nello sguardo. Storie di gambe e di mitiche gesta, consonanze tra i campioni del passato e gli eroi omerici, corridori che conoscono Dante a memoria e collezionisti che sanno riconoscere una bici di Coppi al primo sguardo. 
  • La vita è una ruota Storia resistente di un grande italiano di Alfredo Martini - Marco Pastonesi /  Alfredo Martini, “grande vecchio” del ciclismo italiano, ha la grazia del raccontare e Marco Pastonesi l’arte del far raccontare. Il ciclismo come insegnamento alla fatica, al sacrificio che rifiuta le scorciatoie per arrivare ai risultati, lo sguardo saggio e critico di Martini si posa sul mondo di oggi, “arruffato e sproporzionato”, ma di cui è sempre pronto a coglierne e capirne con passione la natura umana.
  • L'ombra del Cannibale di Marco Ballestracci - Eddie Merckx è stato uno dei più grandi ciclisti di ogni tempo, grandi gare e scene di vita, momenti di trionfo e lotte senza tregua, rivivono nel libro le stesse emozioni dello sport.
  • Tutta mia la città - Diario di un bike messenger di Roberto Peia / Il primo servizio di consegne in bicicletta è milanese. Gli Urban Bike Messenger, messaggeri urbani a pedali, oggi hanno il volto di Roberto Peia, ex giornalista ora devoto alle due ruote e al suo uso metropolitano come mezzo per una mobilità alternativa ecosostenibile e silenziosa.

 Buone letture e buone pedalate!







Nessun commento:

Posta un commento