29 ott 2015

Halloween - Consigli alternativi di lettura

Halloween alle porte ed è tutto un fermento di mascherate paurose o divertenti, con l'immancabile Trick or Treat - dolcetto o scherzetto - d'importazione americana.
Per gli appassionati del genere e non solo vogliamo suggerire alcune letture alternative e originali.

Buona paura a tutti!


  • La maschera della morte rossa - Ancora un super classico ma questa volta in una raffinata versione Graphic novel. Un'interpretazione del celebre racconto di Edgard Allan Poe del 1842, maestro indiscusso del genere, di grande forza espressiva. Per ragazzi e adulti. [La maschera della morte rossa - Editore Kleiner Flug] 
  • Il giovane Lovecraft -  Divertentissime strisce umoristiche dedicate al sognatore di Providence, H.P. Lovecraft, nei disegni degli spagnoli di José Oliver e Bartolo Torres, lo scrittore bambino si trastulla con i Grandi Antichi e altri "originali" amichetti. Ispirato al ciclo di Cthulhu di cui il celebre racconto "Il richiamo di Cthulhu" del 1926. [Il giovane Lovecraft -di José Oliver e Bartolo Torres-  Edizioni Diabolo]
  • Sinistre presenze. 17 racconti horror impegnati - un'interessante raccolta che pur muovendo trai i generi canonici, antichi e moderni (gotico, spatter, weird, etc.) affronta temi quali le vittime di incidenti stradali, il dramma dei migranti morti in mare, le guerre nei Balcani, le infermiere della “dolce morte”, gli ultras violenti delle squadre di calcio, le sparizioni e i misteri dell’America Latina. [Sinistre presenze - AA.VV. - Bietti editore]

infine segnaliamo:

Guida alla letteratura horror, dal settecento ai giorni nostri, 480 pagine per tutti i gusti. [Guida alla letteratura horror - a cura di: Gian Filippo Pizzo - Odoya]




01 ott 2015

Inferno bianco in Alaska

Monte Denali (McKinley) 6.194 m. - Alaska
Non molto tempo fa i media hanno nominato questa zona dell'Alaska per la decisione di Obama di riportare il monte McKinley al suo originario nome indiano Denali (che significa cima più alta), ma  al di là della polemica sterile sui diritti di denominazione del senatore McKinley e suoi sodali, questo monte rimane una delle cime più sfidanti per gli scalatori.
Le difficoltà non hanno tanto a che fare con l'altitudine, la vetta è di soli (si fa per dire) 6.194 metri, la vera sfida è data dalle particolari condizioni ambientali: estrema latitudine nord (qui fa freddo anche in basso), vicinanza del mare, esposizione ai venti.

Furono proprio la combinazione diabolica di questi elementi a creare il 18 luglio 1967 una vera e propria tempesta perfetta in quota quando i venti compressi tra i canaloni di roccia e ghiaccio arrivarono a soffiare a 450km/h, condizioni estreme se si pensa cosa può volere dire trovarsi stremati dalla fatica a 6mila metri, esposti al gelo, senza potersi muovere, mentre l'altitudine di suo ha già iniziato a uccidere lentamente con gli edemi polmonari, per il solo fatto di essersi trattenuti troppo tempo in quota, un vero incubo che lascia poche vie d'uscita.
Questo fu esattamente ciò che accadde a una spedizione nell'estate del 1967, la cordata arrivò in vetta in due tempi diversi, ma il secondo gruppo fu investito dalla tempesta poco sotto la cima mentre affrontava la discesa, non ebbero scampo. Il primo gruppo era sceso qualche ora prima e quando si scatenò l'inferno qualcuno tentò eroicamente la risalita per soccorrere amici e colleghi, non poté salvarli ma incredibilmente riuscì a salire e a tornare indietro vivo pur tra mille difficoltà.

La vicenda evidenzia senz'altro come le condizioni precarie dell'epoca sul piano tecnico, dell'organizzazione dei soccorsi, e anche delle dotazioni personali degli scalatori, possono sembrare incredibilmente approssimative ai contemporanei. Una situazione che ha delle analogie con la famigerata parete nord dell'Eiger negli anni precedenti all'avvento dell'elisoccorso e dei materiali speciali (sistemi di localizzazione, telefoni satellitari, corde speciali, verricelli, abbigliamento termico, etc.).  Niente magie tecnologiche, in quel disorientante gelido turbine bianco solo l'incrollabile forza di volontà poté sorreggere i sopravvissuti fino alla salvezza.

Sia pur nella tragedia l'impresa fu senz'altro straordinaria, un impari confronto uomo e natura.

Il libro ricostruisce gli eventi con accuratezza, l'autore è il figlio dell’allora direttore del Denali National Park. Dal minuzioso incrocio delle registrazioni delle comunicazioni radio, dei resoconti meteo e delle testimonianze dirette raccolte dall'autore, emerge il coraggio di scalatori e soccorritori impegnati in una lotta con una una tempesta dalla violenza straordinaria, assolutamente senza precedenti.







28 set 2015

Il creatore - di Gudrún Eva Mínervudóttir

Il lago glaciale di Jökulsárlón - Islanda
In questo libro della talentuosa scrittrice islandese Gudrún Eva Mínervudóttir si racconta di due solitudini che si scontrano e incontrano per uno scherzo del destino, un guasto all'auto di lei proprio in corrispondenza della casa/laboratorio di lui.

Il creatore, è un aspirante artista disilluso, che non riuscendo nella carriera canonica vive isolato, come un orso bianco, dedicandosi alla creazione di splendide ragazze in silicone per il piacere di clienti dai gusti particolari, tristi figuri, anch'essi non c'è da dubitarne, molto soli.
Da parte sua la donna, sola con due figlie, separata dal marito, lotta con una situazione difficile nel rapporto con la figlia maggiore preda di un male subdolo e difficile: l'anoressia.

Due solitudini appunto che si incrociano per caso e che per qualche labile momento si offrono sostegno e calore reciproco. 
A fare da sfondo alla storia la natura bellissima e feroce dell'Islanda, capace di violente tormente di neve come quella che costringerà protagonisti a un'inaspettata convivenza forzata.

Una bella storia, fredda, dal paese dei ghiacci.

Consigliato! 

[ Il creatore  / di Gudrún Eva Mínervudóttir / Scritturapura ]


13 set 2015

part-2 / Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2015 dal 16 al 22 settembre

(Part-2) 
Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2015

dal 16 al 22 settembre 

Seconda parte di consigli di lettura,
sempre restando in tema di biciclette:

  • Coppi, Bartali, Carollo e Malabrocca di Benito Mazzi - in questo libro si parla dei perdenti, ovvero della "maglia nera" indumento da fare indossare all'atleta più lento. Si confrontano le imprese delle maglie nere in parallelo con gli eroici vincitori di allora: Coppi, Bartali. E' la storia di colui che trascinò nella leggenda l'espressione "maglia nera": Luigi Malabrocca, corridore tortonese, classe 1920: ultimo nel Giro d'Italia 1946 a 4 ore 9' 34'' dal vincitore Bartali, ultimo nel 1947 a 5 ore 52' 50'' da Coppi, penultimo nel 1949 a 7 ore 47'26''0 da Coppi e "battuto" solo da Carollo arrivato a 9 ore 57'07''

  • Il dio della bicicletta di Marco Ballestracci - "La bicicletta ha un dio per conto suo", un soggetto particolare che si diverte a ispirare imprese folli, trasformare gregari in campioni o ridurre assi delle tappe a pedalare con la morte nello sguardo. Storie di gambe e di mitiche gesta, consonanze tra i campioni del passato e gli eroi omerici, corridori che conoscono Dante a memoria e collezionisti che sanno riconoscere una bici di Coppi al primo sguardo. 
  • La vita è una ruota Storia resistente di un grande italiano di Alfredo Martini - Marco Pastonesi /  Alfredo Martini, “grande vecchio” del ciclismo italiano, ha la grazia del raccontare e Marco Pastonesi l’arte del far raccontare. Il ciclismo come insegnamento alla fatica, al sacrificio che rifiuta le scorciatoie per arrivare ai risultati, lo sguardo saggio e critico di Martini si posa sul mondo di oggi, “arruffato e sproporzionato”, ma di cui è sempre pronto a coglierne e capirne con passione la natura umana.
  • L'ombra del Cannibale di Marco Ballestracci - Eddie Merckx è stato uno dei più grandi ciclisti di ogni tempo, grandi gare e scene di vita, momenti di trionfo e lotte senza tregua, rivivono nel libro le stesse emozioni dello sport.
  • Tutta mia la città - Diario di un bike messenger di Roberto Peia / Il primo servizio di consegne in bicicletta è milanese. Gli Urban Bike Messenger, messaggeri urbani a pedali, oggi hanno il volto di Roberto Peia, ex giornalista ora devoto alle due ruote e al suo uso metropolitano come mezzo per una mobilità alternativa ecosostenibile e silenziosa.

 Buone letture e buone pedalate!







09 set 2015

part-1 / Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2015

(Part-1) Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2015
dal 16 al 22 settembre 

Per l'occasione segnaliamo l'evento organizzato da Librieletture.com a Milano:

Giovedì 17 settembre h18:30 a Milano
Storia di gambe: il  racconto del ciclismo (Gino Bartali, Imerio Massignan, Fausto Coppi, etc.)
Spettacolo di teatro /racconto e musica dal vivo con Marco Ballestracci 
Un coinvolgente spettacolo dedicato agli eroi del ciclismo

Segnaliamo inoltre alcune buone letture sul tema della bicicletta e sul ciclismo:
  • La bicicletta di Alfredo Oriani - - scritto nel 1902, racconti e prose di riflessione, scritti risalenti a tempi diversi, una vera e propria dichiarazione d’amore a questa formidabile invenzione che è la bicicletta, un’ode in prosa alle emozioni che è in grado di regalare. Oriani il 23 giugno 1894 capeggiò una manifestazione di ciclisti contro un provvedimento del sindaco di Faenza che consentiva l’ingresso in città ai cosiddetti “cavalli di ferro” soltanto se condotti a mano. 
  • Pantani era un dio di Marco Pastonesi - - la vita dell’ultimo, grande interprete del ciclismo italiano è raccontata attraverso tutto ciò che, nel bene e nel male, ha contribuito a forgiarne il mito
  • Imerio Romanzo di dannate fatiche di Marco Balestracci -- Da un Veneto ormai trasfigurato, con in mano qualche fotografia e alcuni ricordi, Marco Ballestracci fa rivivere – tra rievocazione, immaginazione e realtà storica – vicende che appartengono a una collettività, scrivendo il romanzo di una generazione che ha lavorato duro e pestato sui pedali.
  • L'Anticavallo di Gianni Brera - - il Tour del 1949 e il Giro d’Italia del 1976, le strade polverose della Francia – percorse da Coppi e da Bartali, nonché dall’eterno terzo rivale Fiorenzo Magni e da Van Steenbergen, Robic, Bobet, Kubler – si congiungono, nell’Anticavallo, allo snodarsi del Giro del 1976 
  • Cronache del primo Giro d'Italia di Ermanno Paccagnini - - Le cronache del primo Giro d'Italia raccontano di passioni sofferte dal sapore tardoantico e decadente; e, con bonaria ironia, di fortune e sfortune tra una pedalata e l'altra.
  • Coppi e il diavolo di Gianni Brera - - le imprese sportive e i retroscena della vita di un uomo con le sue debolezze, le sue gioie, i suoi errori, che ha scelto il duro mestiere di pedalare per vincere il diavolo che segue ognuno di noi e che per Coppi è stato dapprima la bicicletta, poi Bartali, poi l'amore passionale e distruttivo per la "Dama Bianca", infine la malaria mortale.
  • Fausto Coppi - Un uomo solo al comando di Paolo Alberati - - un fotografico che merita, rare fotografie d'epoca, immagini curiose e inedite, figurine e cartoline frutto di anni di ricerche e collezionismo appassionato.


 Buone letture e buone pedalate!
Fausto Coppi e Gino Bartali





14 giu 2015

Miracoli, paranormale... il dubbio scettico

In questi giorni si è parlato un po' delle ombre che gravano sulla pretesa autenticità dei "prodigi" di Medjugorje, ma il business del paranormale religioso non consce crisi.
Che pensare allora della Sindone di cui è stata annunciata la prossima ostensione a Torino?

In questo libro il Cicap (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze) offre una guida tra il sentito dire e le risultanze scientifiche, che potrà offrire molti spunti di riflessione.

Una lettura senz'altro consigliabile per tutti, credenti e non.
Non si tratta di mettere in dubbio la Fede di chi crede, quanto piuttosto sgombrare il campo da equivoci, leggende e scarsa informazione.

A volte il paranormale, è più normale di quanto non si possa immaginare..

[ In cerca di miracoli - Indagini, sperimentazioni e approfondimenti sul paranormale religioso -di Luigi Garlaschelli - Editore CICAP ]


07 gen 2015

"Progetto lettura"

Carissimi amici,
apriamo il nuovo anno con l'annuncio di un progetto dedicato a incentivare la lettura su scala nazionale di cui siamo convinti sostenitori.
Confidiamo nel vostro aiuto per spargere la voce per fare crescere il progetto.

In sintesi si tratta di una serie di strumenti per facilitare la conoscenza e la reperibilità di libri interessanti al di fuori dei circuiti mainstream (disponibili per tutti i lettori curiosi) e inoltre una serie di servizi offerti a tutti piccoli comuni italiani (fino a 5mila abitanti) per l'organizzazione di eventi culturali in relazione ai libri e alla lettura.

Una convenzione nazionale siglata con ANPCI (Associazione Nazionale Piccoli Comuni d'Italia) assicura inoltre a tutti gli abitanti dei piccoli comuni italiani (circa 10 milioni di persone) una scontistica per l'acquisto di libri fino al 15% (e oltre in casi particolari), ovvero il massimo concesso dalle normative nazionali in materia.

Ma la cosa più interessante è la possibilità per le piccole amministrazioni e soprattutto per le scuole di questi distretti periferici, di potere usufruire di un supporto per la realizzazione di incontri con gli autori, presentazioni di libri, organizzazione di rassegne librarie e più importante di tutto, la possibilità di giovarsi dell'allestimento di librerie temporanee presso i propri territori, nei piccoli comuni infatti non ci sono quasi mai librerie.

Ora è senz'altro evidente che anche nei piccoli comuni si legge come altrove e che i libri volendo si possono trovare, magari nelle edicole o in qualche intraprendente cartolibreria, ma si tratta pur sempre di un offerta limitata quanto a varietà e soprattutto quanto a tipologia: ovvero nella massima parte dei casi si tratterà di best seller o super economici, in linea di massima quasi esclusivamente titoli mainstream.

Ecco qui il tratto più interessante del progetto, fornire una panoramica selezionata della piccola e media editoria italiana, rifuggendo il mainstream, ampliando la possibilità di scelta e la varietà anche a titoli in grado di solleticare palati diversissimi.

Non si tratta dell'ennesimo contenitore omnicomprensivo, bensì per l'appunto di una selezione; lo scopo è mettere a disposizione dei lettori una buona varietà di titoli all'interno della quale sia possibile fare una scelta in base ai propri gusti ed interessi, troppa scelta = nessuna scelta, in questo il progetto ha una logica simile a quella di questo blog, così come noi non recensiamo tutte le novità, giacché consideriamo nuovo qualsiasi cosa stiamo leggendo per la prima volta, e così come non facciamo recensioni negative dal momento che come con gli amici è inutile scambiarsi suggerimenti sui libri che non ci sono piaciuti, meglio parlare di quelli che abbiamo apprezzato. Allo stesso modo il progetto opera una selezione ragionata dei titoli proposti, senza inseguire necessariamente la novità (ma anche senza escluderla a priori) quanto piuttosto cercando di scovare nei cataloghi e specie in quelli dei piccoli editori le gemme più preziose. Un lavoro da minatori senz'altro faticoso ma gravido di soddisfazioni (soprattutto per il lettore).

In generale i titoli che trovano posto nelle proposte del progetto (e resi facilmente reperibili attraverso una libreria/shop online) rappresentano una selezione che normalmente è visibile all'utente finale solo in fiere specializzate come il Salone internazionale del libro di Torino, diversamente si tratta di titoli che o non sono presenti nella libreria (nella stragrande maggioranza delle piccole librerie fisiche e non solo) oppure sono più o meno virtualmente presenti negli sterminati cataloghi delle grandi librerie (specie online), ma in questo caso praticamente invisibili confusi tra molte migliaia di alternative di cui il povero lettore sa poco o nulla se non tirare a indovinare.


Se come ci auguriamo almeno voi avete resistito a questa prolissa spiegazione e state leggendo queste righe, sappiate che siamo giunti al termine, con un invito a partecipare:

Iscrivetevi alla pagina facebook del progetto e riceverete gratis interessanti consigli di lettura (https://www.facebook.com/Librieletture)

Inoltre se abitate in un piccolo comune, siete un insegnante, o comunque siete interessati a conoscere meglio il progetto troverete tutte le informazioni a questo indirizzo (http://www.librieletture.com/index.php?option=com_content&view=article&id=42&Itemid=290&lang=it)

Buone letture a tutti!