24 nov 2011

I tre perché della rivoluzione russa - di Richard Pipes

Richard Pipes
Un breve ma interessante saggio dello storico americano Richard Pipes, professore emerito in storia ad Harward.
L'autore forte del lavoro specialistico di tutta una vita, offre una risposta circostanziata e argomentata  a tre domande fondamentali: perché lo zar è caduto? perché hanno trionfato i bolscevichi? perché Stalin succedette a Lenin? Questioni importanti per i fatti che hanno poi condizionato pesantemente l'intera storia recente occidentale.
Il professor Pipes è uno dei massimi esperti della materia ma  non aspettatevi un'apologia del comunismo, dopo la fuga nel 1940 dalla natia Polonia a causa delle persecuzioni antiebraiche, Pipe ha servito nell'esercito americano durante la guerra e negli anni '70 fu un feroce critico della "distensione" che considerava una colpevole sottovalutazione del nemico. Negli anni '80 è stato direttore dell'ufficio affari dell'est europeo sotto il presidente Reagan.
Evidentemente non esattamente un filo-comunista, ma comunque la si pensi il libro è una interessante fotografia di quel particolare momento storico di cui senza dubbio lo storico Pipes è uno dei più seri, stimati, e profondi conoscitori.

[ I tre "perché" della rivoluzione russa / Richard Pipes / Rubettino ]

Nessun commento:

Posta un commento