23 lug 2010

Ideologia e violenza - Mutazioni, fraintendimenti e nuove vite del lato oscuro del pensiero di Heidegger

L'autore cileno dopo vent'anni torna sul luogo del delitto, era il 1987 quando pubblicò Il controverso "Heidegger e il nazismo" che suscitò un dibattito internazionale, e questa volta l'oggetto della sua indagine è il richiamo ad Heidegger che i movimenti estremisti neonazisti, fascisti e islamici puntualmente fanno per dare autorevolezza alle loro ideologie aggressive.
La pretesa comunanza ideologico-filosofica con Heidegger come pure le estrapolazioni dal suo pensiero operate da questi gruppi emerge arbitraria e manipolatoria, tuttavia è evidente che il lirismo sciamanico di Heidegger, l'oscurità quasi esoterica dei suoi neologismi e del suo stesso pensiero epocale si prestano a un uso improprio. Interessante il capitolo relativo all'America Latina e al populismo di Chavez.

[ L'eredità di Heidegger / Vìctor Farìas / Medusa ]