05 nov 2010

La passione per i libri e Sua Maestà infrange il protocollo

Alan Bennett
La Regina d'Inghilterra scopre i piaceri della lettura e il protocollo barcolla...
Divertente e intelligente.


[ La sovrana lettrice / Alan Bennett / La sovrana lettrice / Adelphi ]

04 nov 2010

Racconti su libri pericolosi, surreale e gustoso

Una raccolta di racconti brevi in cui la minaccia sprigiona dai libri. Molti autori celebri come Bloch, Brown e Matheson.

Il mio preferito è "Rapporto sulle migrazioni di materiale didattico" di John Sladek



[Letture pericolose / AA.VV. / Filema ]







19 ott 2010

Hannah Arendt, una biografia

Hannah Arendt
La vita avventurosa di Hannah Arendt in una biografia sintetica ma efficace.

Un'occasione preziosa per familiarizzare con una delle filosofe più importanti del novecento.


[ Professione filosofa / Alois Prinz / Donzelli ]




Post correlati:
Hannah Arendt

07 ott 2010

Ellery a caccia di Jack lo squartatore

Invecchiato e doppio malto, perfetto come un Whiskey pregiato: un giallo old style e ben due celebrità dell'investigazione. Il racconto è un omaggio a Conan Doyle e al suo campione Sherlock Holmes, chiaro il riferimento al celeberrimo "Uno studio in rosso". Un vecchio manoscritto nelle mani di Ellery Queen, l'autore è un certo dottor Watson che riferisce di un caso risolto da un suo impareggiabile amico: il sig. Holmes.
Due miti del giallo e un mistero degno di loro, nientemeno che il caso di Jack lo squartatore.
Se come me amate entrambi gli investigatori vi commuoverete, se non li conoscete è una bona occasione per cominciare.
Il titolo originale è "A study in murder" e per una volta apprezziamo l'adattamento italiano che richiama ancor più direttamente "A study in Red" in cui compare per la prima volta il grande Sherlock Holmes.



[ Uno studio in nero / Ellery Queen / Mondadori ]


Post correlati:
Ellery Queen

28 set 2010

Gli ultimi giorni di Holderlin


Friedrich Holderlin

Testimone diretto, Waiblinger frequentò Holderlin negli ultimi anni della sua vita, in questo breve scritto completato da alcuni estratti dai suoi diari, l'autore traccia un affettuoso ritratto del poeta negli anni bui del disagio mentale trascorsi nel rifugio della celebre "torre".
Toccante, si legge d'un fiato.


[ Friedrich Holderlin Vita, poesia e follia / Wilhelm Waiblinger / Adelphi ]

27 set 2010

Weimar, un saggio storico

Saggio storico sul primo tentativo di stabilire una democrazia liberale in Germania: la repubblica di Weimar. Un breve periodo di speranza trale due guerre mondiali che sfociò in tragedia con l'ascesa delle destre xenofobe e l'avvento del nazionalsocialismo.



[ La Germania di Weimar / Eric D. Weitz / Einaudi ]

23 lug 2010

Ideologia e violenza - Mutazioni, fraintendimenti e nuove vite del lato oscuro del pensiero di Heidegger

L'autore cileno dopo vent'anni torna sul luogo del delitto, era il 1987 quando pubblicò Il controverso "Heidegger e il nazismo" che suscitò un dibattito internazionale, e questa volta l'oggetto della sua indagine è il richiamo ad Heidegger che i movimenti estremisti neonazisti, fascisti e islamici puntualmente fanno per dare autorevolezza alle loro ideologie aggressive.
La pretesa comunanza ideologico-filosofica con Heidegger come pure le estrapolazioni dal suo pensiero operate da questi gruppi emerge arbitraria e manipolatoria, tuttavia è evidente che il lirismo sciamanico di Heidegger, l'oscurità quasi esoterica dei suoi neologismi e del suo stesso pensiero epocale si prestano a un uso improprio. Interessante il capitolo relativo all'America Latina e al populismo di Chavez.

[ L'eredità di Heidegger / Vìctor Farìas / Medusa ]

18 mag 2010

La miopia dell'America nel saggio di Bloom

Allan Bloom
In questo saggio del 1987 l'eccentrico filosofo americano si occupa di istruzione e si interroga sui limiti del sistema che lo vede insegnante in un mondo chiuso all'etorodossia, succube delle mode culturali, cieco e sordo nella sua presunta apertura che indebolisce qualsiasi pretesa appiattendo ogni sapere in un vuoto e fraudolento relativismo "assolutista". Una lettura assolutamente attuale malgrado il tempo passato dalla sua prima pubblicazione e la cui analisi vale anche per la Vecchia Europa. Insieme stuzzicante, divertente e allarmante.


[ La chiusura della mente americana / Allan Bloom / Lindau ]



16 mag 2010

Pericoli del nazionalismo


Fernando Savater
Riflessioni sul potenziale distruttivo del nazionalismo (ETA e non solo) dalla penna del provocatorio filosofo basco.


[ Il mito nazionalista / Fernando Savater / Il melangolo ]

04 mar 2010

Miti di oggi + Upgrade 2.0 - Da Barthes alla Smart

Roland Barthes
"Miti d'oggi" (tit. or. "Mythologies") è un grande classico di Roland Barthes pubblicato nel 1957 , geniale fotografia di un epoca e brillante critica della "cultura di massa". Immersione nel quotidiano che definisce i gli orizzonti culturali collettivi.



Nel 2007 è uscita ad opera di Jérome Garcin una versione aggiornata del progetto di Barthes, esattamente 50 dopo. Attualizzato nei contenuti, simile nello spirito, piacevolissimo. Il raffronto tra i miti sociali a distanza di mezzo secolo è senz'altro intrigante



[Miti d'oggi/ Roland Barthes / Einaudi ]

[Nuovi miti d'oggi/ a cura di Jérome Garcin / Isbn ]



Post correlati:
 "Futuro dizionario d'America"

21 feb 2010

Riverberi tossico/sperimentali

Un'antologia di racconti fantascentifici e sperimentali, diversissimi ma con una cosa in comune: sono stati tutti rifiutati dagli editori "normali".

Troppo strani, troppo provocatori, troppo osceni e che quindi richiedono palati curiosi e impavidi.

Tra i tanti anche alcuni mostri sacri come Burroughs, Gibson, Sterling, Ballard.



[ Strani attrattori / AA.VV. / Shake ]

20 feb 2010

PopCo - di Scarlett Thomas


Marketing spregiudicato, crittogrammi, il Dio denaro che uniforma e i sovversivi che cospirano nell'ombra.
Estremamente suggestiva l'idea di una storia di spionaggio, sovversivi e manipolazioni da parte di "poteri forti" in un ambientazione sui generis: non la CIA, non il KGB, non il check point Charlie, ma l'apparentemente innocua e zuccherosa cornice di una multinazionale del giocattolo. Preparatevi ad affrontare una sorta di corso di crittogrammi e cifrari, clima da guerra fredda e colori vivaci da fumetto.

Questo libro irradia uno strano sortilegio, io l'ho abbandonato due volte ma sono sempre ritornato sul libro inesorabilmente attratto dal volere sapere come andava a finire. Probabilmente i primi due tentativi sono serviti a dotarmi di quelle nozioni di base sui cifrari (di cui prima non sapevo nulla) che poi mi hanno permesso di godere dell'intreccio senza ulteriori rallentamenti. Alla fine il libro mi è piaciuto molto ed è una cosa rara per un libro che ho abbandondato per ben due volte, normalmente sarebbe diventato un ferma porte o un gioco per il cane.

Della Thomas avevo già letto "che fine ha fatto Mr Y", altrettanto fantasioso. Ma a ripensarci forse in quel caso non ho avuto problemi ad acclimatarmi con i vari riferimenti alla filosofia contemporanea perché è una materia che conoscevo già, diversamente forse avrei avuto qualche freno iniziale. Tuttavia li consiglio entrambi per originalità e intreccio, l'inaspettato che irrompe nella normalità; si inizia a leggere e non si può non continuare.
Poche pagine e si intravede qualcosa, ma cosa? dovete proseguire e arrivare a sollevare il velo di Maya, rinunciare non sarà un'opzione.

In PopCo ritorna il tema del libro misterioso, in questo caso un libro indecifrabile, qual'è la chiave? quali le implicazioni? sullo sfondo aleggia Alan Turing e un aria di cospirazione, di chi ci possiamo fidare? Leggendo questo libro forse non riuscirete ad evitare di farvi "prendere" dalla prudenza e dalla circospezione, non stupitevi se vi scoprirete a scrutare con sospetto il collega di lavoro.
L'inizio è intrigante, poi se superate le "lezioni di cifrari" dopo è anche meglio, e alla fine raccoglierete la sfida e sarà un nuovo inizio, sotto copertura. Buona cospirazione!


[ PopCo / Scarlett Thomas / Newton ]


Post correlati: "Che fine ha fatto Mr Y"

11 feb 2010

Favola crudele di Spagna

Cristina Sanchez-Andrade

Una favola crudele, a metà strada tra la "Trilogia di K" della Kristoff e "Cent'anni di solitudine" di Marquez, Una promessa della letteratura spagnola.

[ Le lucertole hanno l'odore dell'erba / Cristina Sanchez-Andrade / La nuova frontiera ]