07 gen 2009

Visita ad Heidegger - di Jean Guitton


Questo libretto tanto breve quanto pregevole contiene due brevi saggi del filosofo francese Jean Guitton sul "secondo" Heidegger, quello de "Il sentiero di campagna".

Nel primo saggio Guitton rievoca la sua visita ad Heidegger presso la celebre "hutte" nella foresta nera. All'epoca, verso la fine degli anni cinquanta, Heidegger è sotto schiaffo dell'opinone pubblica, la colpa più infame: "nazista". Il grande pensatore si è quindi ritirato dalla vita pubblica, in una capanna nei boschi.

Il libro riesce a trasmettere l'emozione che doveva suscitare un tale incontro con lo sciamano del pensiero ed è suggestivo per le corrispondenze tra il contesto degli ultimi anni della vita di Heidegger (la capanna al termine di una strada incerta ai margini della foresta) e le visioni delle sue ultime opere, una per tutti Holzwege, ovvero i sentieri erranti nei boschi.
Suggestivo e intrigante.

PS
Quella nella foto è la vera capanna di Heidegger nella foresta nera


[ Visita ad Heidegger / Jean Guitton / Medusa ]

Nessun commento:

Posta un commento